Tendenze della ristorazione 2020: il Neuromarketing

Il settore della ristorazione italiana ha vissuto negli ultimi anni momenti di vero fermento e crescita e avendo raggiunto un fatturato totale annuo di circa 25 miliardi di euro solo nel 2018, rappresenta un business in grado di offrire opportunità di investimento.

Intraprendere un percorso nel mondo della ristorazione non è però garanzia di successo: le variabili sulla buona riuscita dell’investimento sono molte e diventa sempre più essenziale ideare progetti che siano unici e riconoscibili.

Quali sono le tendenze dei ristoranti del 2020?

Per chi intende aprire una nuova attività nel mondo del food & beverage, numerosi sono i dettagli da curare per non ricadere nell’anonimato. I ricercatori del centro specializzato in tecnologia dell’alimentazione (Azti – Tecnalia), hanno tentato di tracciare le tendenze del cibo per il 2020, concentrandosi sull’unicità esperienziale che un piatto potrà produrre.

La ristorazione del prossimo anno punterà all’esperienza multisensoriale in grado di stimolare tutti i sensi oltre il gusto e l’olfatto. Il cibo sarà soddisfazione in poco tempo dei desideri in qualunque momento, soprattutto in grandi città in cui la gestione del tempo è fondamentale, così come l’attenzione al sociale ed il mantenimento del proprio benessere.

A cosa devi fare attenzione se vuoi aprire un ristorante a Roma?

…ma soprattutto: perchè una consulenza sulla ristorazione è utile? Perchè anche a Roma, dove ristoranti, bistrot, osterie, ecc.. sono ormai in ogni angolo della città, sarà fondamentale per l’imprenditore distinguersi anche attraverso l’attenta ricerca dei piatti che dovrà essere in linea con le emozioni uniche che il locale vuole trasmettere.