Bed and Breakfast: come aprire un B&B nel Lazio

Bed and Breakfast, è la tipologia di alloggio che i turisti negli ultimi anni prediligono in occasione di vacanze fuori porta. Gli ospiti dei B&B italiani hanno prevalentemente un’età compresa tra i 25 e i 55 anni nella quasi totalità dei casi (96,5%), questo grazie al rapporto qualità prezzo delle strutture ricettive ed alla comodità di prevedere vacanze itineranti, visitando più posti.

Ma come aprire un aprire un bed and breakfast nel Lazio?

Il primo riferimento per l’apertura di un B&B è la Legge 29 Marzo 2001, n. 135 da cui scaturiscono le differenti declinazioni a carattere regionale.

Prerogativa è che gli immobili destinati all’apertura di B&B siano in regola con i requisiti urbanistico – edilizi ed igenico –sanitari oltre al numero ed alla disposizione degli spazi dedicati a Bed and Breakfast.

Colui che intende aprire un B&B deve sapere che la Legge n. 135 stabilisce, tra le tante cose, che gli ospiti devono poter accedere alla propria stanza senza dover attraversare altre camere da letto o servizi destinati ad altri ospiti. Per la Regione Lazio il numero massimo di camere è pari a 3 con massimo 6 posti letto che devono altresì rispettare dei requisiti minimi in termini di mq. Nel servizio B&B la colazione è sempre compresa, ma le Regioni prevedono differenti modalità di somministrazione, a seconda della possibilità di possedere le giuste autorizzazioni igenico – sanitarie, tenendo sempre conto che in sede di apertura di un Bed and Breakfast è obbligatorio redigere una NISA (Notifica di Inizio Attività Sanitaria), che autorizza alla somministrazione di alimenti. Tale documento va allegato alla Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) che permette l’immediata apertura del B&B.

Se vuoi aprire un B&B contattaci, potremo assisterti in tutti passaggi che è necessario fare compresa la ricerca dell’immobile.